Studiare Psicologia: Sbocchi lavorativi

Se hai deciso di intraprendere un corso di studi triennale in psicologia, sbocchi lavorativi e opportunità di crescita non mancheranno. È luogo comune che una laurea triennale dia poche chance a livello di occupazione; proveremo invece qui a parlare nel dettaglio di tutti i profili professionali a cui puoi accedere con questo titolo.

Dalla laurea al lavoro

Prima di parlare del rapporto laurea in psicologia sbocchi lavorativi, bisogna chiarire alcuni punti. Come abbiamo accennato in altri articoli, il laureato in Scienze e tecniche psicologiche non può affrontare direttamente il mercato del lavoro relativo al suo settore; si tratterebbe di abuso di professione.

Dopo aver conseguito una laurea in Psicologia deve anzitutto attivare un tirocinio di sei mesi tramite la propria Università. Farà seguito l’Esame di Stato, composto da tre prove scritte e una orale, al superamento del quale potrà iscriversi all’Albo B. Il titolo con cui si viene inseriti all’Albo è quello di “Dottore in tecniche psicologiche per i contesti sociali, organizzativi e del lavoro” o “Dottore in tecniche psicologiche per i servizi alla persona e alla comunità”.

L’iscrizione all’Albo B dà modo di potersi candidare a molte tipologie di lavoro, differenziate soprattutto, come vedremo tra poco, in base all’indirizzo di abilitazione. Alcune delle occupazioni dovranno essere svolte sotto la supervisione/tutorato di uno psicologo o iscritto all’Albo A, mentre per altre si hanno margini di autonomia maggiori. Nella maggior parte di casi invece il lavoro prevede cooperazione e affiancamento in team multidisciplinari.

Scuola e istruzione

Previa iscrizione all’Albo B, il dottore in tecniche psicologiche può trovare sbocchi lavorativi in contesti educativi, formativi e relativi all’istruzione, sempre sotto la guida e la supervisione di uno psicologo.

È suo compito realizzare interventi psico-educativi volti all’orientamento scolastico e alla valutazione di pre-inserimento; il laureato può collaborare con gli insegnanti per la programmazione di unità didattiche in riferimento ad allievi con bisogni educativi speciali o con disturbi specifici dell’apprendimento.

Questa figura è anche importante anello di congiunzione tra genitori e insegnanti nei contesti in cui occorre potenziare l’aspetto dinamico e interattivo dell’apprendimento. Lavori di gruppo, motivazione, questionari, test (non diagnostici) e colloqui sono i principali strumenti operativi.

Torna all’indice

Educazione di comunità e reinserimento sociale

I laureati triennali possono mirare anche ad un impiego come operatore nelle comunità; qui si interfacciano con minori, famiglie, anziani, e coordinano i processi multiculturali e multietnici.

Un’attenzione particolare viene data a programmi di prevenzione ed empowerment. Il dottore in tecniche psicologiche può anche condurre colloqui non diagnostici tesi all’individuazione dei problemi e delle migliori strategie di supporto e organizzazione di attività psico-sociali.

Lo sviluppo delle potenzialità individuali e collaborative è essenziale anche nei contesti di reinserimento; i soggetti principali destinatari degli interventi sono infatti ex detenuti, ex tossicodipendenti, ex alcolizzati, persone che generalmente avvertono un profondo gap tra dismissione e reintegrazione sociale.

Torna all’indice

Servizi per l’impiego

Dopo la laurea in psicologia sbocchi lavorativi possono afferire anche al settore dell’impiego. Comunicazione e ricerca sociale sono due tra i terreni più fertili e in continua crescita di domanda.

Altri comparti di intervento riguardano le risorse umane, per quanto concerne i colloqui, l’orientamento e la gestione dei gruppi; il laureato idea progetti di prevenzione e formazione sul rischio e sicurezza nei contesti lavorativi sia pubblici che privati. Infine, elabora piani per la gestione dello stress e il miglioramento della qualità della vita.

Torna all’indice

Ambito clinico

I laureati in Scienze e tecniche psicologiche trovano occupazione anche nel Servizio Sanitario Nazionale e nella sanità privata, nonché presso istituti di ricerca.

Presso tali istituzioni collaborano alla progettazione e valutazione di interventi preventivi e riabilitativi in psicologia clinica e della salute. Le operazioni riguarderanno sia i singoli che i gruppi. La collocazione lavorativa può essere sia in regime di dipendenza che come libero professionista. Può anche elaborare dati per la sintesi psicodiagnostica effettuata dallo psicologo.

Torna all’indice

Proseguire gli studi

Se hai trovato lavoro in uno di questi campi ma desideri contemporaneamente proseguire il percorso per diventare uno psicologo, puoi iscriverti ad una laurea magistrale (classe LM-51) della durata di due anni. Conseguito questo secondo titolo, per essere uno psicologo a tutti gli effetti dovrai effettuare un tirocinio e sostenere l’Esame di Stato. Al superamento di queste prove potrai iscriverti all’Albo A dell’ordine ed esercitare la professione dello psicologo.

Dopo la laurea triennale è anche possibile iscriversi ad un master online in psicologia; questo tipo di percorso ha la durata di un anno e ti consente di specializzarti nell’area di tuo interesse.

Torna all’indice

Dottore in tecniche psicologiche: si trova lavoro?

Come abbiamo visto le opportunità di lavoro per chi consegue la laurea triennale in Scienze e tecniche psicologiche non sono poche.

La psicologia è infatti una disciplina trasversale applicabile a qualunque contesto professionale. È utile tuttavia snocciolare qualche dato sui settori in più c’è maggiore opportunità di inserimento. In primis le figure più ricercate sono nel segmento dei servizi sociale e personali, seguito dalle consulenze. A scalare troviamo sanità e istruzione.

Torna all’indice

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA

Se vuoi ricevere supporto nella scelta del percorso formativo, contattaci senza indugio, ti forniremo una consulenza gratuita per aiutarti a compiere una scelta consapevole e mirata.

Torna all’indice

Un pensiero riguardo “Studiare Psicologia: Sbocchi lavorativi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *