Quali sono le migliori Università in Psicologia?

Il primo passo da fare è quello di scegliere l’ateneo giusto per iniziare i propri studi, in modo da avere la garanzia di una preparazione solida e completa. Vediamo quindi quali sono le migliori università in psicologia.

Per diventare uno Psicologo occorre innanzitutto conseguire una laurea triennale in scienze e tecniche psicologiche, poi una laurea biennale magistrale; a ciò farà seguito un tirocinio professionalizzante della durata di un anno e infine bisognerà superare l’esame di Stato. Un lavoro senza dubbio affascinante, che integra lo studio della mente con quello delle relazioni sociali. Soprattutto, un lavoro che apre la strada ad una professione umanamente gratificante.

Università statali: classifica Censis-Repubblica 2016/2017

Un utile strumento per discernere quali siano le migliori università è quello delle periodiche classifiche stilate dal Censis. I dati elaborati dal Centro Studi si basano essenzialmente su due parametri:

  • la progressione della carriera degli studenti (prosieguo in una laurea magistrale, occupabilità, spendibilità del titolo);
  • i rapporti internazionali (progetti di ricerca, produttività scientifica, valorizzazione del capitale intellettuale italiano all’estero).

Sulla base di questi due fattori, già da qualche anno la classifica sembra essere piuttosto stabile e non ci sono state grosse variazioni né in merito ai posti occupati dalle varie facoltà né riguardo i punti assegnati, che sono massimo 110.

Medaglia d’oro va alla facoltà di Scienze e Tecniche Psicologiche dell’Università degli Studi di Torino. La sua lunga tradizione nel campo della psicologia valgono all’UniTo un punteggio medio di 102; 94 punti le vengono assegnati per la progressione carriera e 110 per i rapporti internazionali.

Interessante il caso dell’Università di Padova, medaglia d’argento grazie ad una media di 99,5 punti, ma con valutazioni dei due parametri invertita rispetto a Torino. Padova infatti guadagna ben 109 nell’ambito della progressione carriera ma solo 89 nei rapporti internazionali.

Anche le successive tre posizioni sono occupate da facoltà facenti parte di atenei del nord Italia: Pavia, Trieste e Trento.

L’Alma Mater Studiorum di Bologna si piazza al sesto posto, mentre la Bicocca di Milano segue al settimo.
Torna all’indice

Come iscriversi a Psicologia

Le facoltà di psicologia non sono sottoposte al vincolo della graduatoria nazionale. Ciò significa che, a differenza ad esempio dei corsi in medicina, professioni sanitarie o scienze della formazione primaria, il MIUR non interviene a regolare le modalità di accesso.

Ciononostante tutte le università statali adottano il fatidico numero chiuso. Per potersi immatricolare è necessario superare un test d’ingresso, i cui contenuti e modalità sono stabiliti ogni anno dall’ateneo di riferimento.

Il test è selettivo e obbligatorio, e nella maggior parte dei casi i posti a disposizione sono molti meno della metà rispetto ai richiedenti. L’esame comprende domande di cultura generale, comprensione verbale e logica, matematica e biologia. La struttura del test è a risposta multipla, e quasi sempre non conviene tentare la fortuna; per ogni risposta sbagliata vengono sottratti 0,25 punti.

Alla luce di questo sbarramento entrare a psicologia rischia di essere un’incognita che costringe anche chi ha passione e determinazione a cambiare strada. Esistono però altre strade per iscriversi in psicologia senza test d’ingresso, in modo che chiunque possa iniziare a inseguire il proprio sogno.

Torna all’indice

Università Telematiche Psicologia

Se il tuo obiettivo è quello di diventare uno psicologo ma lavori e non puoi studiare full time per il test d’ingresso, o se semplicemente vuoi goderti l’estate dopo le fatiche dell’esame di maturità, la scelta più vantaggiosa è quella di una Università Online di Psicologia.

Molti atenei telematici infatti offrono corsi di laurea in psicologia; il ventaglio dell’offerta è davvero molto ampio e include lauree triennali, magistrali e master sia di I che di II livello.

Una formazione completa e non affatto inferiore a quella delle facoltà tradizionali a cui si è abituati. Queste università infatti rilasciano un titolo riconosciuto dal MIUR; i corsi di laurea online in psicologia sono quindi equipollenti a quelli conseguiti in una qualunque altra facoltà.

L’equipollenza, è bene sottolinearlo, garantisce qualità e rispetto degli standard di istruzione e formazione italiani.

Torna all’indice

I vantaggi delle Università Online

In primis, non è contemplato alcun test d’ammissione di Psicologia, che significa niente ostacoli per il proprio futuro. Un’opzione democratica che non subordina la carriera ai test a crocette tanto abusati nelle università tradizionali.

Da non sottovalutare è il fatto che le iscrizioni sono sempre aperte; le immatricolazioni e i passaggi da altri atenei, sono infatti possibili in qualunque momento dell’anno. Ciò costituisce una grossa opportunità per chiunque decida di seguire i corsi e sostenere esami senza perdite di tempo. Se, ad esempio, prendi la decisione di iscriverti in psicologia a dicembre, in un’università online troverai le porte aperte. Al contrario, una facoltà tradizionale avrà già chiuso i termini di iscrizione e dovresti aspettare l’anno accademico per poter tentare il test d’ammissione.

Lo studio a distanza, inoltre, è l’ideale nel caso di studenti lavoratori, ma non solo. Le lezioni sono caricate sulla piattaforma dell’università e disponibili tutto il giorno e tutti i giorni; ciò offre la flessibilità di poter organizzare lo studio in base alle proprie giornate, e non viceversa come accade invece nei corsi in praesentia. Studiare da casa diventa così non solo possibile, ma anche vantaggioso.

Risparmio di tempo quindi, ma anche economico. I costi di trasporto vengono annullati, spese non da poco soprattutto per chi sarebbe costretto a fare il pendolare. Stesso discorso per ipotetici fuori sede, che dovrebbero pagare vitto e alloggio. Oneri per cui le borse di studio erogate dalle università pubbliche non sono quasi mai sufficienti.


Leggi anche: Università: 9 Buoni motivi per studiare da casa

Torna all’indice

Psicologia Online: qualità e assistenza

La didattica online garantisce la qualità dell’apprendimento. È infatti scientificamente dimostrato che l’acquisizione è più solida e completa in ambienti multimediali che integrano audio, video, collaborazione in gruppi e verifiche periodiche. Il metodo e-learning, insomma, stimola più aree cerebrali contemporaneamente, potenziando le capacità di apprendimento.

Infine, un altro plus è quello dell’assistenza. Lo studente è costantemente affiancato da un tutor che lo aiuterà durante tutto il percorso universitario, e la segreteria è disponibile 24 ore su 24 per rispondere a qualunque domanda.

Le Università Online di Psicologia presentano quindi molti punti a loro favore, sia da un punto di vista pratico-organizzativo che teorico. L’applicazione delle nuove frontiere della tecnologia può infatti dare allo studente abilità informatiche superiori rispetto ad un corso di laurea tradizionale. Skills che, è sempre utile ricordarlo, sono essenziali nel mondo del lavoro.

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA

Se vuoi ricevere supporto nella scelta del percorso formativo, contattaci senza indugio, ti forniremo una consulenza gratuita per aiutarti a compiere una scelta consapevole e mirata.

Un pensiero riguardo “Quali sono le migliori Università in Psicologia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *